Kirsty Mitchell ha avviato la sua serie fotografica Wonderland  nel 2009, dopo la morte della madre nel novembre del 2008. Il progetto è stato originariamente concepito come un esercizio per affrontare un lutto, qualcosa  per far sì che Kirsty smettesse di pensare alla morte di sua madre e una sorta di omaggio a sua madre, Maureen. Maureen era insegnante di inglese e amava anche i libri di racconti e fiabe. Kirsty ha immaginato una serie di foto in cui avrebbe creato un libro di fiabe senza spiegazioni; non aveva idea che il progetto sarebbe diventato qualcosa di molto più grande. Il piano originale prevedeva un paio di scatti in estate, ma alla fine si è evoluto in un progetto della durata di cinque anni con molti più scatti. Nel video qui sotto, potrete osservare i retroscena degli scatti di "Gaia - The Birth of an End" dall'opera di Kirsty, Wonderland

Annuncio
Osservare i retroscena delle riprese di "Gaia" illustra perfettamente il livello di intensa dedizione e duro lavoro che Kirsty profonde in tutti i suoi scatti. Trucco, body painting e costumi sono tutti processi lunghi, ma Kirsty si prepara per mesi perché ciascuno di questi elementi sia assolutamente perfetto. In un messaggio sul blog del suo sito, spiega che alcuni dei personaggi che immagina possono richiedere fino a un anno di progettazione e cinque mesi per crearli effettivamente. Assieme alla make up artist e acconciatrice Elbie Van Eeden, Kirsty crea un vero e proprio mondo alternativo per ciascuno dei suoi personaggi. Con un background nel design della moda, nella progettazione/realizzazione di costumi e nella storia dell'arte, Kirsty porta una creatività quasi senza precedenti nella sua fotografia. Non è tanto una fotografa che cerca di dare un senso all'immagine che le sta di fronte, quanto un'artista che dà vita a un mondo immaginario che può essere colto e rappresentato soltanto attraverso una lente.

Cosa ne pensate dell'opera di Kirsty, "Gaia - The Birth of an End", è una foto particolare, vero? Cosa ne pensate del processo lungo e intenso che Kirsty affronta per creare queste immagini? Fateci sapere la vostra opinione nei commenti.